I nostri scopi

  • Promuovere la cultura dell’abitare sia come dimensione di autonomia e di integrazione sia come di esperienza calda, accogliente e di benessere.
  • Promuovere il confronto tra gli enti gestori di case famiglia che ospitano persone con disabilità e fra associazioni che si occupano del mondo della disabilità e/o della residenzialità per fasce deboli.
  • Promuovere il confronto tra gli enti gestori di case famiglia che ospitano minori in stato di abbandono e donne con bambino che vivono situazioni di grave fragilità sociale.
  • Curare le metodologie e le analisi del servizio anche in ordine alla qualità, alla valutazione, alla formazione degli operatori, alla partecipazione, alla soddisfazione degli ospiti.
  • Favorire momenti formativi, raccolta di documentazione, spazi di ricerca e di elaborazione finalizzati alla pubblicazione di testi.
  • Promuovere azioni e riflessioni di lotta allo stigma, alle barriere culturali, sociali e materiali di tutte le persone che vivono una situazione di “fragilità sociale”.
  • Promuovere la cultura dell’integrazione e della qualità di vita delle persone vulnerabili costituendosi come punto di riferimento e di stimolo per gli Enti Pubblici.
  • Rappresentare le esigenze delle organizzazioni attive sul tema della residenzialità presso le istituzioni.
 

© 2017 Casa al Plurale