“Chi sei tu per me?”: al via il percorso di formazione di Casa al Plurale

Nelle case famiglia, ogni persona fragile accolta – disabile, bambino, donna –  ha una propria storia assolutamente unica, ma per rispondere alle sue esigenze gli operatori della comunità  devono, ogni giorno, applicare schemi ripetibili: come si fa a perseguire l’equilibrio tra la storia di ogni persona accolta e la necessità di costruire modelli replicabili e condivisi?

In sostanza, quali sono gli strumenti a cui possono attingere gli operatori nell’accoglienza delle persone e come possono, nel lavoro quotidiano, diffondere la cultura dell’inclusione, rifuggendo lo schema del grande istituto spersonalizzante?

Sono questi alcuni dei temi del percorso formativo dal titolo “Chi sei tu per me?”, promosso dal coordinamento Casa al Plurale, che si articola in due incontri: 30 marzo e 3 maggio a Roma, presso Casa Betania.

A condurre i lavori sarà Mario Paolini, pedagogista, musicoterapeuta, docente e formatore, che da tempo si occupa di persone con disabilità e della formazione di familiari, insegnanti, educatori e operatori.

Gli incontri – che hanno la formula della “discussione-confronto” e si rivolgono ai coordinatori delle case famiglia – saranno l’occasione per parlare del lavoro di cura con uno sguardo rivolto a se stessi, oltre che all’ambiente. Al centro della discussione anche il tempo, inteso come tempo della riflessione e della condivisione, che spesso manca a chi è impegnato nei servizi, complicando il rapporto tra il progetto scritto sulla carta e quel che succede nella realtà del quotidiano.

Siamo consapevoli che per il lavoro che facciamo è necessaria una costante “manutenzione” del capitale umano che regge questi servizi e proprio in questa direzione va tale  percorso formativo per i coordinatori delle case famiglia”, spiega Luigi Vittorio Berliri, presidente di Casa al Plurale. E’ un impegno doveroso per offrire qualità nel tempo e rimanere capaci di offrire risposte adeguate a persone i cui bisogni sono in continuo cambiamento”.

Per le modalità di iscrizioni leggere e compilare il form .   

Al termine del percorso verrà rilasciato ai partecipanti un attestato da parte dell’associazione Casa al Plurale con il numero di ore, gli argomenti e il docente.

Ufficio Stampa Casa al Plurale

Carmela Cioffi 3381090669

 
 

© 2019 Casa al Plurale